Kii-Hanto 

Vorrei condividere con voi qualche foto della giornata di ieri passata a pescare in una bellissima ed Impervia valle nelle montagne del Kii-Hanto (Penisola di Kii). 

imponenti torri di roccia dominano il torrente ( circa 200 mt più in basso)

Membri della “spedizione” : Akai,Eiji Yamakawa , Hiroyuki Bunno, MasamiTanaka. 

Si parte!

Il bello delle montagne di questa parte del Giappone è che sono abbandonate alla natura. Un tempo la fiorente attività del taglio della legna garantiva la costante presenza dell’uomo e ,di riflesso , la tracciatura e manutenzione dei sentieri e delle baite . Il crollo del mercato del legno degli anni ’70/’80 ha però ribaltato la situazione e le montagne del Kii-Hanto sono ora frequentate solo dagli animali e dai pescatori più avventurosi che sfidano , carta e bussola alla mano, questi luoghi impervi e bellissimi.

Dal punto di partenza al punto di arrivo servono circa 3 ore di cammino misto ad arrampicata per affrontare circa 1200 mt di dislivello complessivo. Una camminata tosta su un terreno non facile dove , a causa delle rocce friabili, i migliori appigli sono spesso solo le radici degli alberi.  Bisogna inoltre stare attenti a dove si mettono le mani per evitare litigi con i pericolosi , benchè interessanti , rettili locali.

Mamushi – la vipera del Giappone ( Gloydius blomhoffii)

La sforzo fisico della camminata è però ampiamente ripagato dalla bellezza del torrente e dalla consapevolezza della presenza in esso di tante bellissime trote Amago ( anche di buona taglia) che ha detta del mio amico Eiji sono caratterizzate da macchie parr tondeggianti.

Alberi e acqua per km e km. Che spettacolo!

Avvicinandoci al corso d’acqua ci imbattiamo nelle rovine di una vecchissima baita montana ed ho la grande fortuna di fare un piccolo ritrovamento archeologico. Un pezzo di una coppa in ceramica con una rappresentazione dipinta a mano assolutamente squisita.
 

La trota Amago è un pesce molto difficile da pescare. Di tutti i salmonidi che ho avuto la fortuna di osservare l’Amago è indubbiamente il più astuto e scaltro. Concede un solo attacco all’artificiale e se la ferrata va a vuoto il pesce si intana per il resto della giornata.                     
Spesso, tale attacco, non è altro che un astuto colpo di coda dato al solo scopo di verificare che non si tratti di un tranello. Per catturare le Amago ( sopratutto quelle di buona taglia) bisogna quindi avere i nervi molto saldi e saper aspettare il momento giusto. Avendo un po di esperienza di pesca in Giappone non mi risulta troppo difficile realizzare diverse catture.
 

Eiji aveva ragione! Hanno le macchie Parr tondeggianti!

Un’altra bella trota Amago


Peschiamo con grande concentrazione dalle 9.00 alle 12.00. Il posto dove ci fermiamo è paradisiaco è decisamente adatto per cucinare e consumare i Sōmen,  finissimi spaghetti che , una volta cotti , vanno raffreddati con l’acqua del torrente. 

Set cucina da zaino per non farsi mancare nulla!

l’allegra brigata durante il pranzo


Ovviamente per un esuberante straniero come me un buon pasto non basta per raggiungere uno stato di totale relax.     Ho bisogno di sentire la natura sulla mia pelle e sentirmi vivo! Quale modo migliore di un bagno nell’acqua gelida? 🙂 

” V ” di Vittoria! Ho finalmente le chiappe al fresco!


Dopo il meritato relax riprendiamo a pescare. Siamo accecati dalla bellezza del torrente e dei suoi abitanti. Ragazzi , questi posti fanno veramente bene allo spirito. 

A pesca in uno smeraldo !

Amago di circa 26 cm , la più bella della giornata.

la Ryuta Kebari è una delle mosche più letali in questi posti


Quando ci si diverte il tempo passa in fretta ed in men che non si dica si fanno le 3 del pomeriggio. È ora di affrontare le 3 ore di cammino che ci separano dalla macchina. Partire alle 3 vi sembrerà presto ma in queste valli è obbligatorio rientrare per tempo per evitare di rimanere intrappolati dall’arrivo del buio che qui , in questa stagione, arriva verso le 18:30. Ricordate, la sicurezza prima di tutto! 

Eiji stanco ma felice dopo aver completato la camminata di rientro

Anche Tanaka deve riprendere il fiato

A chiudere il traguardo il signor Bunno. Quest’uomo ride sempre e con il suo inguaribile buon umore è una colonna portante del nostro gruppo.


Amici , per concludere vi dirò una cosa sola. Venite nel Kii – Hanto a pesca con me! Non ve ne pentirete! Promesso!!!

Saluti 

Akai

ATTREZZATURA

Mosca : Ryuta kebari su amo Maruto      D04 BL 

Tip : Toray Chosey high grade fluorocarbon 100% 0.148 mm.

Lenza : YGK ultra sight fluorocarbon del #2 (0,24 mm)

Canna : Daiwa custom Midori 4.5 m

Slamatore : Trout hook releaser by Ryuta Okano designs ( una vera bomba! ) 

Annunci

  1. e ci verrei volentieri a pesca in un posto da 3 di cammino per raggiungerlo! solo che poi la moglie divorzia se la porto in Giappone e poi la mollo sola coi bimbi e me ne vo a pesca! 🙂 In ogni modo, grazie del bel reportage per un momento ho potuto sognare un po’……

    Liked by 1 persona

  2. Come sempre bellissimo reportage….fra parentesi la vipera del Giappone e il coccio di ceramica con i pescatori sono una vera chicca!!!
    Sarebbe veramente una figata (passami il termine) se quando fai queste “spedizioni” mettessi le coordinate del posto per vedere la zona su goole heart…..
    Complimenti come sempre per regalarci questi tuoi momenti di vita in Giappone.

    Liked by 1 persona

  3. Che meraviglia davvero. Per il prossimo futuro il programma di un bel viaggio il giappone con tanto di pescata in un bel posto del genere è assicurato. Per non parlare della parte che affianca la pesca in posti del genere. Ovvero il pernottamentoe l’immersione nella natura per qualche giorno. Prendo sempre nota dei tuoi dettagliatissimi report. Posti a dir poco meravigliosi davvero. Ti posso chiedere se è possibile avere un video o un report fotogratico per la costruzione della ryuta kebari? Ne sento parlare cosi bene che sono proprio cusioso di provarla anche qui nei torrenti montani di casa.

    Mi piace

    • Ciao Alberto,

      Grazie per le belle parole.
      È da un po che voglio fare il video costruttivo della Ryuta Kebari e metterlo sul Blog.
      Cercheró di farlo al più presto possibile! 🙂

      Ciao

      Akai

      Mi piace

  4. Ciao Akai, mi chiamo Federico e vivo a Dubai. Sto programmando un viaggio in Giappone tra l’ultima settimana di Giugno e le prime due di Luglio. Kyoto, Gifu (Gero, Takayama, Magome e Nakasendo) forse Nagano (Matsumoto), per chiudere a Tokyo. Quando posso (non molto spesso) pesco alla valsesiana e a tenkara. Mi potresti guidare circa i permessi, regolamenti ed indicarmi qualche bel fiumiciattolo su cui provare a fare quattro lanci. Cose semplici perche’ sono una mezza calzetta. Ti ringrazio in anticipo e continua con l’ottimo lavoro divulgativo.
    😉

    Mi piace

    • Ciao Federico ,

      Per prima cosa , come pensi di muoverti da un posto all’altro?
      Pensi di noleggiare una macchina?

      Ad ogni modo in Giappone per pescare devi solitamente comprare una licenza giornaliera ( o stagionale) che è spesso diversa per ogni comune in cui si trovano i corsi d’acqua.
      Le licenze si possono comprare nei minimarket ( i famosi “Combini”) , nei negozi di pesca o nelle Ryokan vicino al torrente ( le Ryokan che fanno servizio licenza sono spesso identificate da un cartello a forma di trota esposto all’entrata).

      Il prezzo per un giornaliero varia in media dai 1500 ai 3500 yen.

      Le migliori acque da trote si trovano nelle prefetture toccate delle Alpi centrali ( Gifu e Nagano e Toyama soprattutto) però si trovano dei bei posti anche a circa 3 ore di macchina da Kyoto.

      Per darti maggiori informazioni avrei bisogno di qualche info in più sul tuo programma. Se ti interessa puoi contattarmi via e-mail( Akaikitsune03@gmail.com). Faró il possibile per aiutarti.

      Saluti

      Akai

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...